Under 17, prestazione di carattere contro la capolista.

Domenica 18 novembre 2018

Under 17 Regionale

Sporting Club Lecce – Oratorio Don Pasquale 0-1

Risultato che sa di beffa per i ragazzi di mister Carati, che al cospetto della capolista, perdono di misura una gara giocata in inferiorità numerica per almeno un’ora di gioco.

Sporting che scende in campo con Tommasi in porta, linea difensiva con Micali e Rizzo centrali, con Colella e Lazoi esterni, centrocampo con Miglietta a dirigere la squadra, mentre Falco e Stozzetti a supporto. in attacco Crispino e Pagano sono i rifinitori dell’unica punta Epifani. una formazione composta da soli 2003, contro una formazione più esperta e composta da soli 2002.

La partita inizia con trenta minuti di ritardo, a causa della pioggia che ha reso il terreno di gioco poco praticabile. Sporting che parte subito forte, reclamando al 15′ del primo tempo, per un gol non convalidato in quanto le linee di delimitazione non erano ben visibili. Oratorio Don Pasquale, pronto a ripartire e incidere in un paio di occasioni, che non destano preoccupazione a Tommasi. L’episodio che sblocca e risolve il match avviene al 27′ del primo tempo. Su un cross spiovente in area, il pallone supera tutti i calciatori e sta per depositarsi in porta, quando Lazoi ci mette la mano per evitare il gol. L’arbitro decreta il calcio di rigore e l’espulsione del difensore Sporting. Sul dischetto, Lementini realizza il gol. Padroni di casa in 10 uomini, ma la partita diventa più bella e avvincente. I ragazzi di mister Carati cambiano sistema di gioco, si organizzano con Pagano che va a ricoprire il ruolo di esterno basso, e dopo un assestamento iniziale, prendono le misure agli ospiti respingendo ogni attacco. Sporting che soffre e reagisce da leone ferito, sfoderando carattere, grinta, corsa e tanto cuore! Sfiora nel secondo tempo il pareggio in un paio di circostanze, prestando il fianco alle incursioni ospiti.

Le due squadre sembrano in parità numerica e nonostante il terreno di gioco in pessime condizioni, continuano a giocare il pallone anzichè buttarlo avanti. Al 35′ del secondo tempo l’arbitro concede un fallo in area per un presunto retropassaggio al portiere. Il tiro non sortisce alcun effetto per la difesa Sporting che chiude ogni spazio. al 40′ del secondo tempo un altro episodio che può chiudere il match. L’arbitro concede il secondo rigore, molto generoso, su una presunta spinta in area di rigore. Sul dischetto per gli ospiti va un ex Sporting, Rizzo. Tommasi lo ipnotizza e para il rigore calciato all’angolo basso alla sua destra. Nei minuti di recupero, lo Sporting potrebbe pareggiare su un calcio di punizione al limite dell’area, ma Crispino non riesce ad inquadrare la porta e la partita finisce con una sconfitta immeritata.

I ragazzi dello Sporting, escono a testa alta dal campo di gioco e tra gli applausi di tutti gli spettatori accorsi in tribuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.